menu
Federazione Associazioni Italia Israele | “L’identità culturale alla prova dell’ IS ”
Info
Organizzatore: Associazione Trieste
Telefono: 00393395970468
Email: massimiliano@donninelli.com
Email: italiaisraeletrieste@gmail.com
Indirizzo:
Caffè San Marco via Battisti 18 Trieste

“L’IDENTITÀ CULTURALE ALLA PROVA DELL’ IS ”

03/05/2016 - Ore 17,30
CONTENUTI DELL’INTERVENTO del 3, maggio, 2016

Nella veste di futuro insegnante, nell’inverno del 2015 stavo preparando un corso per il restauro di soffitti lignei di cultura araba da tenere nel prossimo mese di luglio presso il centro di restauro di Acco.
Mi ero chiesto, davanti alle notizie, alle fotografie e filmati di distruzioni perpetrate da IS, quale era il significato di ciò che mi apprestavo a fare come restauratore ed insegnante soprattutto in una regione coinvolta.
I soffitti lignei appartengono alla cultura araba la maggior parte di quelli che io conosco sono ad Akko e a Nazareth. Era possibile quindi che tra gli allievi ci fossero degli arabi. Come si può insegnare la conservazione se nella loro cultura è prevalente la distruzione? Si possono portare gli argomenti che solitamente usiamo in Europa?
Il desiderio di comprendere mi ha portato ad approfondire le conoscenze del fenomeno DAESH, della religione musulmana, della loro storia e della loro arte.
La prima domanda che ci facciamo davanti a queste distruzioni, che sollevano indignazione e dolore è PERCHE’? Che ragione c’è per queste distruzioni? Non è accettabile la risposta generica che questi monumenti personificano precedenti culture dedite al politeismo. Una risposta più comprensibile è quella che dichiara che i monumenti esistono in quanto prova di esistente democrazia, simboli del suo benessere. In questo caso, la risposta è occidentocentrica perché ci riferiamo alla nostra civiltà ed alla nostra visione di democrazia sulla quale ci sarebbe molto da dire in questi momenti.
Simone Verde ebbe occasione di affermare, che in realtà una costante storica è la distruzione dei monumenti, non la loro conservazione.
Uno degli esempi a noi noti è la completa distruzione di Gerusalemme ad opera dei Romani che non ne salvarono nemmeno il nome. Queste cose accadevano in stato di guerra che è il momento e il simbolo di una suprema violenza e della soppressione della democrazia.
“Boko Haram” il nome che si è data l’organizzazione africana, significa vietare la cultura occidentale. Qui, la domanda è quale è la cultura a cui dovrei fare riferimento invitando i miei allievi a tutelarla?


Scarica l'allegato