menu

ATTIVISTI FILOPALESTINESI A CAGLIARI IMPEDISCONO L'ESPOSIZIONE DELLA BANDIERA DELLA BRIGATA EBRACA. LA FERMA DENUNCIA DI ITALIA-ISRAELE.

25/04/2015
Federazione Associazioni Italia Israele | Attivisti filopalestinesi a Cagliari impediscono l'esposizione della bandiera della Brigata Ebraca. La ferma denuncia di Italia-Israele. Un tentativo di aggressione contro il gruppo che esponeva la bandiera della brigata ebraica. Sul palco, solo un cartello di propaganda filopalestinese. Il presidente dell'Associazione Chenabura-Sardos pro Israele, Mario Carboni, ha denunciato la gravità dell'episodio.

Aggiornamento Comunicato Stampa Ass. Cagliari 25/04/2015

La manifestazione del 25 aprile a Cagliari è stata turbata da ripetute ed insulti da parte di manifestanti filopalestinesi nei riguardi di chi manifestava mostrando la bandiera della Brigata ebraica che partecipò alla Liberazione della penisola con un rilevante contributo di caduti e dispersi.
Davanti al palco c'è stata un'aggressione fisica col tentativo di strappare dalle mani di un manifestante la bandiera della Brigata ebraica. Solo La calma è il civismo di chi legittimamente intendeva ricordare la Brigata ebraica ha evitato fatti più gravi.
Da registrare che mentre è stato impedita la presenza sul palco della Bandiera della brigata ebraica era presente quella della Palestina in mano ad una bambina che esponeva un cartello di propaganda filopalestinese.
L'Associazione Chenàbura intende protestare contro questi abusi, violenze verbali e fisiche e contro una vera profanazione della giornata del 25 aprile che mette in luce un risorgente antisemitismo.
Il presidente
Dell'Associazione Chenabura-Sardos pro Israele
Mario Carboni