menu

BERTOLDI E CUEL (ITALIA-ISRAELE): "STRUMENTALIZZAZIONI VERGOGNOSE SULLA BRIGATA EBRAICA

25/04/2015
BOLZANO - "Ieri abbiamo voluto dedicare il 25 aprile a quanti hanno combattuto per la Patria fino all'estremo sacrificio per liberarci, ma anche a chi è morto combattendo e sbagliando credendo di fare il bene dell'Italia. In particolare una dedica speciale va a chi ha combattuto per la Libertà, con sincerità e onestà, sconfiggendo i regimi esistenti e impedendo la minaccia di nuove dittature totalitarie, come gli Uomini degli alleati e i partigiani onesti. Ieri abbiamo voluto partecipare alle celebrazioni a Bolzano con la spilla d'amicizia tra Italia e Israele, per dire un particolare grazie agli eroi della Brigata ebraica, sezione della Royal Army britannica, sempre troppo poco menzionati e ricordati; tra i fondatori ed ispiratori dello Stato ebraico che in questi giorni compie 67 anni. Ci opponiamo con fermezza a strumentalizzazioni criminose, antistoriche e totalmente sbagliate e finalizzate soltanto ad attaccare Israele, come quella di questa mattina al festival Skateniamoci, dove si parlerà di resistenza per la Palestina in chiaro riferimento al conflitto israelo-palestinese. È un fatto vergognoso.
Grazie davvero dal profondo del cuore a chi ci ha permesso di vivere oggi in una società piena di difetti e problemi ma grossomodo libera. Una preghiera va a tutte le vittime e i caduti.
Ad affermare ciò Markus Cuel dell' Associazione Italia-Israele Bolzano e Alessandro Bertoldi
Membro Direttivo nazionale Federazione Italia-Israele